Chiamaci al numero +39 335 474346 per qualsiasi informazione

Modifiche arredi e piani cucina

Quando si trasportano dei mobili da una casa all'altra o da un ufficio a una nuova sede, il più delle volte capita che gli arredi non si adattino in maniera perfetta alla nuova collocazione. Nulla di più normale.

Ecco, allora, che si rende necessario poter intervenire sui mobili stessi per eseguire quelle modifiche in grado di rendere i mobili adatti a entrare nei nuovi spazi.

Ridefinire le lunghezze delle mensole; mettere in bolla mobili e piani bilanciando altezza e larghezza degli armadi; ridimensionare e spostare i fori dei mobili da incasso, riorganizzare le cucine componibili... Tutti questi lavori permettono di portare a termine nel migliore dei modi un trasloco riducendo al minimo il disagio e facendo anche risparmiare eventuali costi per un nuovo arredamento pensato apposta per la nuova destinazione.

Gli interventi di modifica possono essere eseguiti direttamente all'interno dei locali di abitazioni, uffici o negozi; ma, nel caso di modifiche più sostanziose e che richiedano macchinari particolari, i lavori vengono fatti in laboratori specializzati per poi essere riportati e sistemati per completare il trasloco.

Tra i lavori più complessi che possono rendersi necessari, ci sono sicuramente gli aggiustamenti volti a riadattare la cucina che, con i suoi elettrodomestici e i diversi allacciamenti ha un'adattabilità più limitata e più difficoltosa. Secondo gli esperti del settore e chi ha una certa esperienza in questo campo, nel corso di un trasloco l'80% delle cucine richiede delle modifiche. Di queste, la stragrande maggioranza solitamente è eseguita dai falegnami in fase di trasloco, mentre la restante percentuale richiede interventi più profondi e macchinari industriali appositi.

In genere, le modifiche si rendono necessario quando gli attacchi dell'acqua e del gas non si trovano nelle stesse posizioni in cui si trovavano nella vecchia casa. Lo spostamento degli allacciamenti, però, richiede a sua volta lo spostamento della base lavello e del forno e i fuochi del gas.

Più immediatamente evidente è la necessità di modifiche quando cambiano le dimensioni del locale che ospita la cucina, oppure se si passa, per esempio, da una cucina lineare a una angolare, o viceversa. In questi casi si dovrà intervenire sui pensili e sulle basi e tagliare secondo le nuove dimensioni e le nuove forme anche il top. Per quest'ultimo, se si tratta di un top in laminato, la modifica è più semplice, meno costosa e, nel caso in cui ci si renda conto che le modifiche richieste sono grandi e complesse, si può anche valutare di sostituirlo totalmente con una spesa non esagerata.

Discorso del tutto diverso, naturalmente, lo si ha con i piano in marmo, per i quali si cerca sempre di modificare quello esistente, per contenere i costi, ma che è indispensabile far eseguire alle mani esperti di professionisti muniti di tutta l'esperienza e l'attrezzatura necessaria.

Insomma, il mondo dei servizi è davvero grande e variegato, e comprende una serie di sottocapitoli che possono essere più o meno complessi da affrontare. Affidarsi a una realtà come La Ginestra, di grande esperienza e competenza, e in gradi di intervenire gestendo qualsiasi aspetto dell'intero processo, è sicuramente un modo per liberarsi di molte preoccupazioni e avere la certezza di un lavoro eseguito a regola d'arte.