Grazie al contributo della Fondazione Cariplo è stato realizzato il progetto CA’ BIANCA 22

OBIETTIVI DEL PROGETTO 

Obiettivo generale

Incrementare le potenzialità di inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati all’interno della Cooperativa Sociale La Ginestra creando nuove stabili postazioni lavorative

Obiettivi specifici

  1. Avviare un nuovo settore lavorativo, della logistica e dei depositi, differenziando così l’offerta di mercato della cooperativa, posizionandosi su un mercato non strettamente dipendente e legato alle attuali e future criticità della committenza pubblica
     
  2. Creare spazi di occupazione strutturata per incrementare il numero di inserimenti lavorativi all’interno della cooperativa, differenziando l’opportunità di acquisizione di competenze da spendere nel mercato di lavoro da parte delle persone inserite. 
     
  3. Migliorare le competenze gestionali, potenziare le funzioni organizzative, le competenze in tema di marketing e di gestione magazzini e logistica

 

Target

Per le azioni di inserimento lavorativo i beneficiari diretti del progetto saranno:

  1. Soggetti svantaggiati ai sensi della legge 381/91 con particolare riguardo all’utenza tradizionale di Cooperativa Sociale La Ginestra: minori con provvedimenti penali e detenuti in misura alternativa alla detenzione.

Per le azioni di sviluppo imprenditoriale il target/clienti  di progetto è costituito da:

  1. Imprese commerciali dell’ambito alimentare con particolare attenzione a coloro che operano  nel settore del biologico, del consumo critico e sostenibile, di qualità, a filiera corta (PDO)
     
  2. Consumatori interessati al suddetto settore
     
  3. Imprese necessitanti trasporto a temperatura controllata
     
  4. Enti e privati che, durante trasferimenti e traslochi, necessitano di magazzini temporanei per arredi e oggetti 


Azioni previste

azione 2 – servizio di logistica e trasporto alimentari

realizzazione piattaforma logistica per prodotti alimentari freschi e non

Il progetto prevede la realizzazione, all’interno del capannone sito in via Ca’ Bianca 22 a Busto Arsizio affittato appositamente, di un magazzino/deposito destinato a  prodotti alimentari freschi e non dove verranno realizzati i servizi di logistica: stoccaggio  e movimentazione, etichettatura  prodotti e preparazione ordini per la consegna.

azione 2 – trasporti a temperatura controllata

Il  servizio fornito alla clientela comprende la possibilità di effettuare trasporti refrigerati. Verrà quindi acquistato un furgone refrigerato  .
Tale investimento potrà essere utilizzato anche per una gamma di clienti che, per categoria merceologica, necessitano di tale servizio, in connessione o meno con il magazzino e i servizi di logistica . 

Azione 2 – Servizio di deposito merci conto terzi

allestimento deposito

Parte del magazzino  sarà adibito a deposito temporaneo merci conto terzi che verrà gestito, come descritto nel Piano di Impresa: dati complemetari,   come tradizionale  deposito temporaneo e/o come vero e proprio “Hotel delle cose”. Tale scelta risponde ad una esigenza spesso emersa nell’ambito del settore facchinaggio e traslochi: poter ricoverare mobilio ed oggetti nel periodo immediatamente successivo ad un trasferimento di sede o abitazione. 

Azione 0 – azioni trasversali: formazione, marketing e sviluppo organizzativo,rendicontazione

Formazione, marketing  

Il progetto prevede inoltre una serie di attività trasversali che riguardano l’insieme delle attività del nuovo settore quali la formazione e l’attivazione di consulenze nell’ambito della comunicazione e marketing e controllo.
Il Piano di Comunicazione e marketing prevede l’aggiornamento del sito internet della cooperativa con evidenza dei nuovi servizi, la realizzazione e distribuzione di materiale pubblicitario, l’allestimento grafico del  nuovo automezzo refrigerato   

Procedure di sicurezza

L’apertura del nuovo settore richiederà un adeguamento in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro che comprenda:  

  • revisione del Documento di Valutazione dei Rischi e delle  Misure di Prevenzione
  • predisposizione del piano di evacuazione e antincendio della nuova struttura
  • individuazione e formazione dei  preposti in materia alla sicurezza del nuovo settore

A tale scopo verrà attivata una consulenza specifica a società competente.

Gestione amministrativa e di rendicontazione progetto

Per la gestione delle procedure amministrative e di rendicontazione del progetto previste dalla Fondazione Cariplo, la cooperativa si avvarrà del servizio di consulenza e accompagnamento del  Consorzio Cooperative Sociali CCS, a cui la cooperativa La Ginestra è associata.  
 

ORGANIZZAZIONE RICHIEDENTE

La cooperativa sociale La Ginestra 

Storia

La piccola società cooperativa sociale LA GINESTRA a r.l. onlus si è costituita il 17 giugno 2002 da un gruppo di operatori sociali e volontari.

La cooperativa è nata per rispondere in particolare ai bisogni di inserimento socio lavorativo di giovani in difficoltà e/o rischio di devianza e emarginazione sociale.

Tale scelta è stata determinata da una sensibilità personali dei soci fondatori e dal fatto che non esistono sul nostro territorio cooperative di tipo B con questa specifica vocazione.

Inoltre nella città di Busto Arsizio sede della cooperativa si trova uno dei due carceri della provincia di Varese. La cooperativa fin dalla sua fondazione si è sentita chiamata a rispondere ai bisogni delle persone detenute, quale realtà nascosta e scomoda del proprio  territorio. 

Dal 2002 la cooperativa è iscritta alla sezione B dell’Albo Regionale delle cooperative sociali.

La cooperativa è associata dal 2004 al Consorzio  Cooperative   Sociali  di Cardano al Campo con il quale collabora attivamente rispetto alle attività professionali di competenza e condividendone gli obiettivi.